L’iniziativa è inserita nel calendario delle attività 2020 “La luce di Firenze illumina il mondo”

Lunedì 24 febbraio, alle ore 18, il violoncellista francese Alain Meunier terrà un concerto insieme alla pianista Anne Le Bozec al Lyceum Club Internazionale di Firenze. Eseguiranno un programma di musiche cominciando con le Variations sur un thème slovaque scritte dal compositore ceco Bohuslav Martinů nel 1959, poco prima della sua scomparsa: un lavoro la cui appassionata vena melodica, ispirata a un canto popolare slovacco, esaltata dal timbro caldo del violoncello e del registro centrale del pianoforte, si unisce a una grande varietà espressiva e all’eleganza di scrittura delle 5 variazioni, che alternano momenti di pensoso lirismo ad altri di danzante vivacità ritmica. Seguiranno altri due lavori di raro ascolto: una pagina per violoncello e pianoforte del 1903, il Largo in Fa diesis minore del compositore bretone Jean Cras, la cui produzione è oggetto di una recente riscoperta, e la Sonata op. 20 in La maggiore, ultimata nel 1910 da Albéric Magnard come suo ultimo lavoro cameristico.

Alain Meunier ha svolto i suoi studi musicali al Conservatorio di Parigi (quattro primi premi), la sua città di nascita. Da allora conduce una vita artistica particolarmente ricca e indipendente attorno al mondo, privilegiando il repertorio della musica da camera. Essendo molto coinvolto nelle prime rappresentazioni assolute di opere del suo tempo, è dedicatario o primo interprete di numerosissime opere per violoncello. È stato membro del Quintetto e del Sestetto Chigiano, del Quatuor Ivaldi, del Trio Europa, con i quali ha realizzato una ricca discografia. Le sue registrazioni integrali delle Suites di Bach, realizzate a 20 anni di distanza, sono state lodate unanimemente dalla stampa, nonché dai suoi colleghi di ogni parte del mondo. È professore onorario dei Conservatoires Nationaux Supérieurs di Lione e Parigi, e ha insegnato anche in molte istituzioni europee. Attualmente è presidente del Consiglio di amministrazione del Pôle Supérieur de Musique et de Danse di Bordeaux-Aquitaine e co-dirige les Fêtes Musicales dell’Aubrac. Nel 2016 è stato nominato direttore artistico della Scuola di Musica di Fiesole.

 Anne Le Bozec ha vinto tre volte il primo premio per Pianoforte, Musica da camera e Accompagnamento vocale al Conservatorio di Parigi, dove ha seguito i corsi di Theodor Paraskivesco e Anne Grappotte, nonché il primo premio del Konzertexamen di Lied a Karlsruhe, con Hartmut Höll. È stata premiata in numerosi concorsi internazionali (tra cui i concorsi Wolf a Stoccarda, Nadia Boulanger a Parigi, Schubert und die Moderne a Graz) e ha frequentato, durante i suoi studi, molti artisti di influsso decisivo: Leonard Hokanson, Ruben Lifschitz, Tabea Zimmermann, Julia Varady, Dietrich Fischer-Dieskau. Si esibisce insieme a Sabine Devieilhe, Marc Mauillon, Cyrille Dubois, Isabelle Druet, SunHae Im, Didier Henry, Françoise Masset, Philippe Huttenlocher, Olivia Hughes, Sandrine Tilly nei più rinomati posti: Salles parisiennes, Wigmore Hall, Oxford Lieder Festival, Rheingau Musik Festival, Musikverein Wien, Philharmonie di Colonia, Concertgebouw Amsterdam, Palau de la musica Barcelona, KKL Lucerna, Seoul Art Center, Epta Saal Tokyo, Park Armory New York. I suoi dischi dedicati al Lied (Schubert, Wolf, Duparc, Szymanowski, Chopin, Brahms, Collezione “Les Musiciens et la Grande Guerre”) sono notoriamente dei punti di riferimento. Anne Le Bozec insegna Accompagnamento vocale al Conservatorio di Parigi e ha diretto, per cinque anni, l’unica classe tedesca di melodie francesi alla Hochschule di Karlsruhe; inoltre tiene numerose masterclass.

Le attività del Lyceum Club internazionale di Firenze sono realizzate grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, con il patrocinio del Comune di Firenze.

Per consultare tutti gli appuntamenti del programma 2020: www.lyceumclubfirenze.it